Salta la navigazione e vai al contenuto
Imágenes presentando Navarra

Organizzazione del viaggio

  • Bardenas Reales

    Bardenas Reales

    Senda Viva (Arguedas)

    Senda Viva (Arguedas)


» Visualizza tutte le foto

Itinerario 10 - Bardenas Reales, Tudela e monastero di Fitero


Artistica, Naturalistica, Per conoscere

Zona: La Ribera

Chilometri: 111,00


Dichiarato Riserva della Biosfera dall'UNESCO, il Parco naturale delle Bardenas Reales è un territorio semidesertico di 42.500 ettari, dove l'erosione ha scolpito un paesaggio costituito da altipiani, colline e burroni, nel quale vi sono tre riserve naturali: il Rincón del Bu, le Caídas de la Negra e, a nord del territorio, la Riserva naturale del Vedado de Eguaras.

Le Bardenas Reales si possono percorrere a piedi, in bicicletta, a cavallo e in veicoli a motore. Tutti i percorsi sono allestiti con le indicazioni necessarie a seconda del mezzo di trasporto prescelto. In ogni caso, due delle migliori viste panoramiche delle Bardenas Reales si possono contemplare dai belvedere di Alta de Aguilares e Balcón de Pilatos, a cui si accede esclusivamente a piedi o in bicicletta.

Il capoluogo della Ribera, e la seconda città della Navarra in ordine di importanza, è Tudela. La città fu fondata dagli arabi nel IX secolo e fu soggetta al dominio dell'Islam fino al 1119, anno in cui passò alla corona della Navarra e Aragona. Per 400 anni fu caratterizzata dalla convivenza di arabi, cristiani ed ebrei, e percorrendo la città sono tuttora visibili numerose vestigia di questo ricco passato culturale. Tra i palazzi barocchi e rinascimentali, spicca la Cattedrale, dichiarata monumento nazionale.

Costruita nel 1180 sull'antica moschea, all'esterno si possono contemplare la torre risalente alla fine del Seicento e i frontespizi della Madonna, di Santa María e del Giudizio finale. All'interno, il chiostro romanico conserva tuttora elementi decorativi della moschea.

Altri luoghi di interesse a Tudela sono la piazza Fueros, il museo d'arte moderno Muñoz Sola, il palazzo del marchese di Huarte e il ponte e la chiesa de La Magdalena, il palazzo del marchese di San Adrián ed altri edifici singolari.

La Ribera è molto di più. A Fitero sorge il primo monastero cistercense costruito nella Penisola Iberica. Si tratta di un gioiello architettonico del Medioevo, dichiarato monumento nazionale nel 1931. Fitero è molto nota anche per le terme.

La Via verde del Tarazonica percorre i 22 chilometri che separano Tudela da Tarazona (Saragozza) sfruttando il tracciato dell'antica linea ferroviaria.

Ad Arguedas è stato allestito Senda Viva, un parco nel quale più di 50 specie di animali vivono in semilibertà e dove vi sono attrazioni e spettacoli per tutta la famiglia.

Altre località interessanti sono Corella, con un centro storico che sorprende per la ricchezza di chiese, conventi, palazzi e case signorili, e Valtierra, dove le antiche grotte scavate nella roccia sono state ristrutturate per adibirle a sistemazione rurale. Tra Mélida e Caparroso si trovano le rovine del castello e delle mura del Despoblado de Rada, su cui si staglia la chiesa di San Nicolás, del XII secolo, recentemente restaurata.

Gastronomia
Parlare della Ribera de Navarra e di Tudela significa parlare di gastronomia. La presenza del fiume Ebro nella zona l'ha trasformata in una terra straordinariamente fertile in cui abbondano i campi coltivati.

Infatti la Ribera è rinomata per la gran qualità degli ortaggi locali: carciofi, asparagi, cardi, cuori di lattuga, spinaci, borragine, ecc. Tutti questi prodotti si possono degustare nei ristoranti e naturalmente il piatto tipico è proprio la menestra preparata con queste verdure.

La Ribera è nota anche per la deliziosa pasticceria e per gli eccellenti vini rossi e rosé a denominazione di origine.

Feste e tradizioni
Nella Ribera il Carnevale ha i suoi personaggi tipici: zipoteros a Tudela, zarramuskeros a Cintruénigo o zarrapoteros a Cascante.

Vale la pena di ricordare l'antichissima processione di Pasqua a Corella, le cerimonie popolari dette El Volatín e la Bajada del Ángel, le feste di interesse turistico nazionale, la Pasqua di Tudela o la transumanza del bestiame dalle valli pirenaiche alle Bardenas Reales.

A luglio a Tudela si svolgono le feste patronali in onore di Santiago e di Sant'Anna, con un folto programma di festeggiamenti tra i quali spicca il ballo detto della Revoltosa intorno al chiosco di piazza Fueros.

La danza è molto importante nella Ribera e lo dimostrano i dances o paloteados di numerose località, come Cortes.


OSSERVAZIONI: Distanza totale da Pamplona in chilometri: 195.

Come arrivare e spostarsi
Ver mapa más grande

Orari, date e prezzi orientativi. Si consiglia di confermare con il responsabile.



www.turismo.navarra.es

+34 848 420 420

16-04-2014

Reyno de Navarra, Tierra de diversidad